Spiegare il Coronavirus ai bambini con l’aiuto dei libri


Parlare ai bambini di malattie e morte non è mai un compito facile, ma credo che le loro domande e i loro timori non vadano ignorati dicendo semplicemente loro che andrà tutto bene. I bambini si accorgono quando i grandi sono ansiosi e qualcosa non va. È importante non avere tabù, soprattutto quando si tratta di temi rilevanti, ma trovare invece le parole giuste per rendere comprensibile la situazione. Per questo è fondamentale spiegare il Coronavirus ai bambini, ed ecco ora come potete farlo.

Navigando in rete, mi sono imbattuta in Scienza Express Edizioni. Questa piccola casa editrice indipendente ha da poco pubblicato un albo illustrato di dimensioni ridotte intitolato “Laila e il Coronavirus. In meno di 50 pagine, tutte accompagnate da illustrazioni esemplificative, l’autrice Nicole Vascotto riesce a spiegare il Coronavirus ai bambini utilizzando un linguaggio appropriato ai nostri piccoli lettori.

La copertina dell’albo illustrato “Laila e il Coronavirus” di Nicole Vascotto, Scienza Express Edizioni

Tutto è nato da un post su Facebook. Nicole cercava notizie su questo terribile virus da poter utilizzare anche con la sua bimba, ma quello che trovava era sempre rivolto a un pubblico di adulti. L’autrice ha pensato allora a un breve fumetto, la cui simpatica protagonista (Laila, appunto) è una bambina curiosa, che fa sempre molte domande, e che ora tenta di spiegare ai suoi coetanei questa malattia.

L’idea ha avuto talmente tanto successo che il post è stato ricondiviso migliaia di volte e il fumetto ha iniziato a circolare nelle farmacie, nelle scuole, nei comuni, fra le associazioni sportive. Grazie a Scienza Express Edizioni, poi, è stato proposto all’autrice di sviluppare ulteriormente l’idea originale in un piccolo albo illustrato. Ed è nato così “Laila e il Coronavirus”!  

Laila, che ha quattro anni, quasi cinque, va alla scuola dell’infanzia. Lì ha tanti amici e si diverte molto, ma una mattina si sveglia e mamma e papà le dicono che la scuola è chiusa per colpa del Coronavirus. Questo brutto virus è pericoloso e fa molta paura a tutti, ma che cos’è esattamente? Come si è diffuso? Quali conseguenze provoca? Perché non si può più andare all’asilo? E che cosa possiamo fare per tutelarci?

Ecco Laila, la nostra piccola protagonista!

Tutte domande a cui l’autrice, con un linguaggio semplice ma rigoroso (grazie alla consulenza di scienziati veri), cerca di rispondere con chiarezza, spazzando via stereotipi e paure infondate. A darci una grande mano in questo compito ci sono anche medici e infermieri. “La cosa più importante adesso – dice la piccola Laila – è fidarci di loro, mantenere la calma e seguire le regole”.  

Nicole Vascotto usa parole sincere e spiegare ai bambini che all’inizio dell’epidemia si sono verificati dei comportamenti irrazionali. Ad esempio, nei confronti delle persone provenienti dalla Cina oppure degli animali domestici. E questo si è verificato perché quello che non si conosce fa sempre paura. Ma la paura può essere combattuta grazie alle corrette informazioni. Per questo risulta di fondamentale importanza spiegare ai bambini il Coronavirus e farlo utilizzando il loro linguaggio. In questo modo, infatti, a differenza di qualche adulto, non si faranno guidare dal panico, ma potranno capire bene che cosa ci troviamo ad affrontare in questo periodo difficile.

 

*Il presente blog non detiene alcun diritto sull’immagine che compare all’inizio di questo articolo, che è qui riportata unicamente a scopo illustrativo. Le immagini che compaiono all’interno del post sono state scattate personalmente dall’autrice dell’articolo.