Letture per l’estate – Consigli e recensioni (5ª parte)


Eccoci alla quinta e ultima parte relativa alle letture per l’estate, stavolta dedicata ai piccolissimi. Parliamo infatti dei libri per il bagnetto per bambini dagli 0 ai 12 mesi.

L’estate non è ancora finita ed è bello veder sguazzare i nostri cuccioli in riva al mare o nelle piscine gonfiabili al sole, vicino all’ombrellone. Tra i tanti giochi da portare in spiaggia, ce n’è uno che consiglio vivamente a tutte le mamme e i papà: i libri di gomma da usare in acqua. Sono libriccini coloratissimi, rivestiti in materiale plastico e perciò idrorepellenti, che i bambini potranno toccare, mordere e bagnare senza pericolo.

Libri per il bagnetto di Mondadori (destra) ed Edizioni Usborne (sinistra)

Sono libri gioco studiati appositamente per i primi mesi, in cui i piccoli amano esplorare il mondo e toccare con mano tutto ciò che capita loro a tiro. Essendo molto colorati e pieni di immagini, aiutano il loro sviluppo cognitivo. Inoltre, anche se per loro è (e deve essere) solo un gioco, grazie ai libri per il bagnetto i più piccoli inizieranno a familiarizzare con l’oggetto libro. Oggi ci giocano, domani impareranno ad amarlo.

Quasi tutte le case editrici specializzate in narrativa infantile hanno una collana specifica dedicata a questa tipologia di libri: Giunti Editore, Il Castello Editore e così via. Io ho deciso di dedicare questo post ai libri per il bagnetto de La Coccinella, storico editore di cartonati e albi illustrati per bambini. Famosissimi sono i suoi libri coi buchi! Quanto ho adorato “Il brucoverde”, “Le ruote girano…” e “Il gufo… e gli altri”, e so di non essere l’unica. Nonostante siano passati più di 30 anni, certi libri rimangono (per fortuna!).

I libri per il bagnetto della casa editrice La Coccinella

Be’, ora sul sito de La Coccinella potete trovare la versione “acquatica” dei celebri libri coi buchi: i loro libri per il bagnetto, infatti, hanno tutti il buco al centro della pagina e dalla costa laterale fuoriesce un cordoncino colorato a cui è attaccato un pupazzetto, anch’esso di gomma, che ritrae il protagonista del libro. Troviamo un ippopotamo azzurro per “Ippo Ippo nuota e va”, un pesciolino rosso striato di blu per “Pesciolino bollablu”, la classica paperella gialla per “Paperella dove vai?”… Così, mentre la mamma legge la storia, il piccolo potrà giocare in acqua con il suo protagonista.

Perciò… tutti a fare il bagno! E ricordatevi: non è mai troppo presto per iniziare ad amare i libri.

 

Buona estate e buona lettura

* Il presente blog non detiene alcun diritto sulle immagini che compaiono in questo articolo, che sono qui riportate unicamente a scopo illustrativo.