Letture per l’estate – Consigli e recensioni (4ª parte)


Proseguono i consigli di “Capriole di Parole” sulle letture per l’estate e stavolta vi propongo tre libri che rievocano tre grandi classici: l’Iliade, l’Odissea e l’Eneide. Si tratta rispettivamente de Il furioso Achille“, “I viaggi di Ulisse” e “L’avventuroso Enea, tutti editi da La Spiga Edizioni e appartenenti alla collana “L’albero dei libri” sulla narrativa per la scuola primaria.

Copertina de “Il furioso Achille”

I capolavori di Omero e Virgilio sono riscritti in una prosa semplice, per rendere i testi accessibili al giovane pubblico (età di lettura consigliata: 9-11 anni). L’autore, Gianluca Agnello, con questo lavoro offre ai bambini-lettori la possibilità di avvicinarsi a tre opere che sono entrate di diritto nell’olimpo dei classici e dalla cui conoscenza non ci possiamo esimere. Il loro contributo a tutte le arti posteriori, letteratura in primis, è incommesurabile ed è fondamentale leggerle. Per questo considero importanti tali lavori di “riscrittura”: senza di essi, infatti, sarebbe molto più difficile per genitori e insegnanti fare in modo che i bambini delle elementari riescano a entrare in contatto con, e soprattutto ad amare, le opere di Omero e Virgilio.

Da lodare, perciò, il lavoro di Agnello, anche se personalmente avrei optato per una prosa un po’ più aulica, più aderente a quella originale, considerando il tenore delle “opere madri”. Dopotutto, rendere accessibile un testo classico a giovani lettori non significa spogliarlo quasi completamente di tutta la sua bellezza primigenia, che non giace solamente nella trama degli eventi e nella descrizione di caratteri e personaggi, ma anche nello stile dell’autore.

“I viaggi di Ulisse”

Tuttavia, a parte questa piccola osservazione di carattere personale, ribadisco l’importanza di libri del genere, che aiutano indubbiamente i più giovani a conoscere delle opere fondamentali della storia della letteratura.

“L’avventuroso Enea”

Inoltre, tutti e tre i libri offrono spunti di riflessione interessanti, affrontando temi ancora oggi molto attuali: ad esempio, l’incapacitò di scendere a compromessi, che può portare a conseguenze irreparabili; l’esplorazione di luoghi sconosciuti come viaggio all’interno di se stessi; il rapporto fra noi e gli altri; la determinazione nel raggiungere una meta, ecc. Infine, I libri presentano in chiusura un dettagliato indice dei nomi, accompagnati da una brevissima biografia dei personaggi. I capitoli de “I viaggi di Ulisse” sono anche intervallati dai “Giochi… divini”, delle divertenti attività ludico-didattiche relative ai capitoli letti.

Con questi tre libri quest’anno potrete partire alla volta di Troia, navigare per mare con Ulisse e mettervi in viaggio con Enea, scoprendo i miti del passato che per secoli hanno affascinato i lettori di tutto il mondo. Perciò, come sempre, vi auguro…

 

buona estate e buona lettura!

 

* Il presente blog non detiene alcun diritto sulle immagini che compaiono in questo articolo, che sono qui riportate unicamente a scopo illustrativo.