CASO STUDIO: “NINA E TEO”


 

NINA E TEO

 

Collaboro con la casa editrice Kalandraka ed altre realtà editoriali italiane dal 2017 e ad oggi ho già tradotto diversi albi illustrati. Tra questi posso annoverare Nina e Teo”, scritto da Antonio Ventura e splendidamente illustrato da Alejandra Estrada.

Il testo originale ha ricevuto una menzione speciale in occasione del IX Premio Internazionale Compostela per albi illustrati. La mia traduzione, invece, ha fatto parte della terzina finalista alla 38ª edizione del Premio Andersen (2019), nella categoria Miglior libro 0/6 anni.

 

 

Nonostante l’apparente semplicità del testo (come sempre accade con i libri per bambini), ricordo come una vera e propria sfida riuscire a trovare il giusto corrispettivo del titolo originale.

In spagnolo, infatti, il libro si intitola “Nina y Anton”, dai nomi dei due protagonisti: una graziosa bimba e il suo gatto. La casa editrice mi aveva chiesto espressamente di localizzare il nome del gatto, ovvero trovare un corrispettivo che “suonasse italiano”. In questo modo, infatti, i piccoli lettori si sarebbero identificati più facilmente con il testo e i suoi personaggi.

Il nome dell’animale doveva essere un nome che, sì, richiamasse quello di una persona, ma che fosse anche adatto per un amico a quattro zampe. Dopo svariati tentativi, Teo mi sembrò il più adatto: era breve e si adattava a un micio. Inoltre, può anche essere un nome personale maschile (tutti elementi che ricorrono anche nel testo originale spagnolo).

Ed ecco che “Nina y Anton” è diventato “Nina e Teo”!

Dopotutto, tradurre bene non significa ricalcare l’originale, ma trovare un ottimo compromesso tra il tono e lo stile dell’opera di partenza e il pubblico di quella di arrivo. Solo così, infatti, si potrà restituire un testo fedele alle intenzioni dell’autore. In altre parole, che sia fluido e scorrevole nella lingua target e sia in grado di affascinarne i lettori allo stesso modo di quelli originali.

Scopri di più sul mio servizio di traduzioni editoriali e letterarie e scrivimi per raccontarmi del tuo progetto.